cap. 1 – Storia di Balbo

937914426[1]Giuseppe Balbo nasce a  Bordighera nel 1902 Già nell’infanzia  prova emozioni nei confronti dell’arte ma è negli anni del liceo che incontra a Sanremo i fratelli Pasquali che lo avviano a l modellato. Negli anni giovanili della sua formazione conosce l’opera di tutti i pittori attivi a Bordighera  nel primo  dopoguerra: G. F. Piana, P. Mariani, F. Von  Kleudgen, gli acquarellisti Allavena, Beppe Porcheddu, W. Quidort, V. Cavalleri,  C.Follini, Andrea Marchisio, Mario Cavalla, F. Barry e il danese A. Dick. Nel 1931-1932 Balbo e il coetaneo Mario Cavalla intraprendono un viaggio di studio attraverso l’Europa e l’Africa mediterranea che viene documentato in un 1883704042“Giornale di bordo” nel quale figurano anche disegni, fotografie e ritagli di articoli sulle loro mostre. Dal 1933 al 1946 Balbo vive in Africa, salvo alcune sporadiche puntate in Europa per mostre. Dal 1941 ai 1945, durante la prigionia, crea una scuola di pittura e scultura per i compagni. Nel 1946 al suo ritorno a Bordighera , inizia nel suo studio una scuola d’arte per “pittori della domenica”.

 

1294410586             4278714186

3261585146       2244455466    

cap. 1 – Storia di Balboultima modifica: 2011-10-24T23:18:59+02:00da hdm-balbo